Lo Spritz Italiano pronto a invadere l’Albania

Astoria Vini porta il rito dell’aperitivo oltre l’Adriatico
Il prosecco guarda ad est, non solo alla Russia o alla Cina, ma anche ai Balcani; un territorio in rapida crescita, che presto entrerà a far parte dell’Unione Europea e rappresenta un importante ponte, culturale ed economico, verso i Paesi dell’Est.
Consapevole di questa realtà Astoria ha iniziato in questi mesi, con la collaborazione del distributore Aperol in Albania, una campagna di penetrazione in questo nuovo mercato.

 

paolo-e-giorgio-polegato

 

L’Albania è ormai ben lontana dall’immagine di grande povertà e di immigrazione che abbiamo noi italiani. In particolare Tirana e alcuni centri sulla costa sono città in grande crescita, con una popolazione molto giovane (la media è di 30,2 anni), che offrono nuove opportunità di business per le aziende italiane, grazie anche al fatto che per decenni questo paese ha guardato all’Italia come meta privilegiata. “È per noi il primo passo di una strategia di espansione ad Est – dichiarano Paolo e Giorgio Polegato, titolari di Astoria – In Albania attualmente c’è un consumo prevalente di vini fermi e bianchi, il prosecco è poco conosciuto, ma i test parlano di ottime possibilità di sviluppo, con un trend di crescita esponenziale.
Per incentivare il consumo di Spumanti non è sufficiente limitarsi al prodotto, ma è importante trasmettere tutto il rito dell’aperitivo, con il suo lato più glamour e divertente. Proporre quindi un nuovo stile di vita e di consumo.” L’operazione congiunta prevede un investimento complessivo di circa 60 mila euro per la realizzazione di tutta una serie di serate a tema. Una prima fase ha visto il coinvolgimento di 35 locali della capitale, con un impiego di 30 mila bottiglie, tra 9.5 Cold Wine brut, il primo spumante a bassa gradazione già gran medaglia d’oro al Vinitaly, e Astoria Lounge Brut, la cuvee a base prosecco della casa trevigiana. Durante l’estate questi numeri verranno triplicati, espandendo la diffusione anche ad alcune città della costa particolarmente votate al turismo.