Le Pro Loco si mobilitano per acquistare il Parmigiano Reggiano

Un appello forte ed accorato è partito in questi giorni dall’Unpli Veneto ed è rivolto alle 520 Pro Loco che operano nel territorio regionale con oltre 80.000 volontari.
“Acquistiamo forme di Parmigiano Reggiano da utilizzare nelle prossime manifestazioni ed iniziative promosse dalla nostra associazione, così aiutiamo i caseifici emiliani colpiti dal terremoto”.
Giovanni Follador, Presidente dell’Unpli Veneto, ha inviato nelle scorse ore una lettera a tutte le sedi provinciali e ai consorzi territoriali delle Pro Loco invitandoli a sostenere l’iniziativa lanciata dall’UNPLI Emilia-Romagna in collaborazione con Unpli Nazionale e Coldiretti per aiutare il comparto lattiero-caseario della regione colpita dal terremoto.


La calamità che ha colpito queste zone, sta mettendo in ginocchio l’intera filiera produttiva, dalla raccolta del latte, alla lavorazione, fino alla vendita. I magazzini di stagionatura hanno subito gravi lesioni e per poter intervenire rapidamente con la messa in sicurezza delle strutture e il successivo riavvio del comparto è necessario liberare i locali dalle forme di Parmigiano Reggiano stoccate.

 

parmigiano

“Da sempre le Pro Loco dimostrano una forte sensibilità ad iniziative di solidarietà, in questo caso si tratta di aiutare decine di allevatori e di caseifici che lavorano alla produzione di un formaggio di punta del Made in Italy. L’iniziativa è partita nei giorni scorsi dall’Unpli Nazionale ed abbiamo deciso di sostenerla con forza rilanciando l’appello al nostro territorio. Il Veneto saprà dimostrare ancora una volta la sua capacità di intervenire nei momenti di difficoltà e il nostro volontariato non lascerà cadere nel vuoto l’appello”.