CANTINE di MARCA

Home arrow Notizie arrow Zaia annuncia: la barbatella del Prosecco si chiamerā Glera

Iscriviti

Newsletter di Cantine di Marca


Ricevi HTML?

 
 
Notizie RSS
feed image

Zaia annuncia: la barbatella del Prosecco si chiamerā Glera

Stampa E-mail

L’inaugurazione di San Gregorio si trasforma in una conferenza nazionale sul primario. Prosecco e Quote latte hanno tenuto banco. Il 14/3/09 audizione in Cciaa

VALDOBBIADENE «Il Prosecco è Valdobbiadene e che i cinesi si tengano le schifezze a casa loro». Stamane l’inaugurazione dell’Antica Fiera di San Gregorio, a Valdobbiadene, ha respirato il profumo di una conferenza nazionale sullo stato dell’agricoltura, sia per le presenze autorevoli, ma anche per i temi trattati. Rispondendo all’invito del sindaco, Pietro Giorgio Davì, in piazza Marconi sono intervenuti il Ministro alle politiche agricole e forestali, Luca Zaia, il Presidente nazionale delle città del Vino, Averio Burini, il vicepresidente del Veneto, Franco Manzato, l’assessore regionale, Vendemmiano Sartor, e il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro.

Zaia annuncia: “la barbatella del Prosecco si chiamerà Glera”

Luca-Zaia

L’inaugurazione dell’antica Fiera di San Gregorio si è poi dipinta di rosa, come i palloncini saliti in cielo a ricordo della figura di Candido Cannavò, e di giallo come le mimose donate dal primo cittadino Davì alle tantissime donne presenti in piazza.

«La crisi qui non si sente come dalle altre parti anche perché l’agricoltura è un vero ammortizzatore sociale» ha sottolineato il sindaco di Valdobbiadene, Pietro Giorgio Davì «Mentre altri comuni negli ultimi vent’anni hanno rimpinguato le casse comunali, facendo nascere come funghi le zone industriali, qui a Valdobbiadene abbiamo puntato a sostenere un futuro dove l’agricoltura sia davvero il settore primario. La storia ci sta dando ragione». Davì ha poi salutato la grande occasione della tappa del Giro d’Italia del centenario che l’11 maggio vedrà il suo traguardo proprio a Valdobbiadne: «Un’occasione per far vedere a tutto il mondo lo splendore del nostro territorio. Sul Prosecco dico solo che quello Doc è a Valdobbiadene».

 

vendemmia_copia


«Il vitigno si chiamerà Glera, siamo di fronte a dei momenti storici». Il ministro Luca Zaia ha voluto trattare con molta forza e puntualità gli argomenti più caldi del nostro settore agricolo, il Prosecco e le Quote Latte. «Riflettete e se avete bisogno verrò ad una riunione con tutti voi per inquadrare il futuro che ci vuole dare la riserva del nome del Prosecco. Il 14 marzo si svolgerà una audizione in Camera di Commercio a Treviso. E’ un altro determinante passo in avanti del percorso per la riserva del nome». Il 22 marzo, invece, ci sarà la riunione del Comitato vini: «Non toglieremo per il momento il nome del vitigno Prosecco, ma introdurremo il nome che prenderà la sua barbatella e cioè Glera». Sarà un altro dei passi decisivi affinché il Prosecco non sia più il vitigno, ma un Vino eccelletene legato alla sua zona di produzione. Sulle quote latte e sul decreto che porta il suo nome il Ministro è stato chiaro: «Basta con le bugie. Questo decreto non è una sanatoria e tanto meno un decreto per pochi amici. Solo in Veneto su circa quattromila produttori di latte riceveranno della nuova quota latte più di duemilasettecento allevatori. Chi protesta forse non sa dove portare il latte in nero. Per l’agricoltura il vero nemico è il mercato e auspico che i consumatori acquistino di stagione e prodotti italiani. Per quanto riguarda il ministero ha dichiarato guerra alle schifezze alimentari. Mangiare di qualità non è un lusso, deve essere la normalità per tutte le nostre famiglie. Che i cinesi si tengano a casa le loro schifezze».

 

Luca Pinzi

 
< Prec.   Pros. >
Cantine di Marca fornisce un supporto fondamentale sia per i produttori di Vino che vogliono proporsi in maniera efficace nel Web
che per i consumatori che desiderano scoprire le Cantine e i Vini Veneti.

Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e le reperibilità dei materiali e dell' amministratore.
Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7/03/2001.
Progetto Cantine di Marca

Tutti i marchi sono regolarmente registrati presso il Tribunale di Treviso.

I servizi di Cantine di Marca comprendono: Turismo, Promozione, Marketing Territoriale e Offerta Turistica per le Aziende Vitivinicole Venete.

HOME - NOTIZIE - CANTINE TREVISO - CANTINE VERONA - CANTINE VENEZIA - CONTATTI