CANTINE di MARCA

Home arrow Notizie arrow Valdobbiadene, successo per Calici di Stelle

Iscriviti

Newsletter di Cantine di Marca


Ricevi HTML?

 
 
Notizie RSS
feed image

Valdobbiadene, successo per Calici di Stelle

Stampa E-mail
LA TROTA DEL PIAVE VINCE IL PALIO CULINARIO DI SAN LORENZO.

wine

Nonostante il maltempo centinaia di persone hanno degustato piatti tipici e Prosecco DOCG nel parco di Villa dei Cedri.

Valdobbiadene – Successo di pubblico per l’ottava edizione di Calici di Stelle tenutasi a Valdobbiadene. Nonostante l’acquazzone del tardo pomeriggio abbia tentato di guastare la festa, gli organizzatori si sono detti soddisfatti per la numerosa presenza di persone venute a degustare i piatti della tradizione e il rinomato Prosecco DOCG. Teatro della manifestazione il parco di Villa dei Cedri che si è trasformato per una notte in un’arena gastronomica. A sfidarsi sono state 9 borgate valdobbiadenesi che dopo tanto mistero hanno svelato le loro ricette. A girare i diversi stand anche una giuria tecnica formata da nomi noti della cultura enogastronimca trevigiana e del giornalismo di settore, a presiederla Annibale Toffolo, della nota rivista “Tastevin”, affiancato da giornalisti quali Cristiana Sparvoli (Tribuna di Treviso), Michele Miriade (Il Gazzettino), Luca Pinzi (Cronache Trevigiane) e da volti noti del mondo enogastronomico quali Floriano Curto, Carlo Mocci e Fabio Di Nuzzo. Difficile il loro ruolo che ha portato però a decretare i migliori piatti della 2^ edizione del Palio Culinario di San Lorenzo.

A guadagnarsi il favore della giuria tecnica è stato il risotto con i fegatini preparato dai volontari dell’Associazione Vini Saccol, a fare invece il pieno di voti della giuria popolare le polpettine fritte di trota del Piave proposte dalla Pro Loco di San Pietro di Barbozza che hanno ottenuto anche il favore della giuria tecnica aggiudicandosi il primo posto assoluto. S. Pietro di Barbozza si è aggiudicata così la 2^ edizione del Palio Culinario di San Lorenzo.

Il percorso culinario partiva proprio dalle polpettine fritte di Trota del Piave (Pro Loco S. Pietro di Barbozza), proseguiva con il muss in tocio (Pro Loco Valdobbiadene), passava poi alla trippa alla veneta (Pro Loco Bigolino) e al celeberrimo risotto con i fegatini (Ass.ne Vini Saccol). Dopo una piccola pausa presso l’enoteca allestita all’interno della villa con la collaborazione dei sommelier della FISAR, per degustare i vini delle oltre 40 cantine partecipanti, i visitatori proseguivano la loro passeggiata gastronomica assaggiando il rinomato spiedo di S. Stefano (Pro Loco S. Stefano) e il minestrone di fagioli con cotenna (Comitato Centro Turra) per poi scendere lungo il parco ed incontrare la soppressa alla piastra con polenta (Pro Loco Guia), gli gnocchi S.Agata (Comitato S. Agata) e chiudere con il tiramisù proposto dal Comitato San Rocco Martignago.

 “Possiamo dire con soddisfazione che anche questa seconda edizione del Palio è stata un grande successo. – esordisce così Isidoro Rebuli, Presidente del Consorzio pro Loco di Valdobbiadene  - Se lo scorso anno le  borgate parteciparono mosse dalla curiosità, quest’anno le 9 borgate si sono impegnate al 100% per stupire i palati delle centinaia di persone che hanno letteralmente invaso il parco di Villa dei Cedri nonostante il cattivo tempo avesse tentato di scoraggiare i visitatori. Sono state tantissime – prosegue il Presidente -  le famiglie che hanno dimostrato di apprezzare gli spettacoli di giocolieri e mangiafuoco pensati per affascinare e coinvolgere anche i più piccoli perché crediamo che sia importante insegnare ai bambini ad amare la propria terra anche attraverso il coinvolgimento diretto in queste manifestazioni.”

 

E non sono mancati nemmeno i momenti dedicati ai più grandi: molto apprezzato lo spettacolo delle danzatrici del ventre del corpo di ballo Azahar che hanno intrattenuto il pubblico con danze orientali accompagnate dal caldo ritmo dei tamburi di Manderoro percussioni band. A concludere la serata invece sono state le morbide ed intriganti note del Mr. Frank Jazz Quartet.

“L’auspicio è che Calici di Stelle continui a crescere, conclude Isidoro Rebuli – grazie all’impegno continuo dei volontari delle Pro Loco e dei Comitati che hanno partecipato con entusiasmo, alla collaborazione delle cantine che hanno dato rilievo all’enoteca allestita a Villa dei Cedri e all’aiuto di tutti quanti hanno contribuito a vario titolo, dai sommelier della Fisar all’amministrazione Comunale. Il pubblico ha potuto degustare accanto ai piatti della tradizione tanti vini d’eccellenza comprendendo il patrimonio di saperi e di sapori della nostra terra.”
 
< Prec.   Pros. >
Cantine di Marca fornisce un supporto fondamentale sia per i produttori di Vino che vogliono proporsi in maniera efficace nel Web
che per i consumatori che desiderano scoprire le Cantine e i Vini Veneti.

Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e le reperibilità dei materiali e dell' amministratore.
Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7/03/2001.
Progetto Cantine di Marca

Tutti i marchi sono regolarmente registrati presso il Tribunale di Treviso.

I servizi di Cantine di Marca comprendono: Turismo, Promozione, Marketing Territoriale e Offerta Turistica per le Aziende Vitivinicole Venete.

HOME - NOTIZIE - CANTINE TREVISO - CANTINE VERONA - CANTINE VENEZIA - CONTATTI