CANTINE di MARCA

Home arrow Notizie arrow Prosecco, Zaia: firmato il decreto al Primo Agosto la Protezione Comunitaria

Iscriviti

Newsletter di Cantine di Marca


Ricevi HTML?

 
 
Notizie RSS
feed image

Prosecco, Zaia: firmato il decreto al Primo Agosto la Protezione Comunitaria

Stampa E-mail

Anteprima 

   Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

 

 

PROSECCO, ZAIA: FIRMATO IL DECRETO AL 1° AGOSTO LA PROTEZIONE COMUNITARIA

 

Anteprima

 

“Si conclude oggi l’iter per il riconoscimento della DOC Prosecco e delle DOCG per le due sottozone storiche: con il decreto appena firmato possiamo dire che il “Progetto Prosecco” sia stato realizzato in tempi ultrarapidi e nel migliore dei modi”.
“Quella odierna è una tappa importante, che costituisce il presupposto per l’ulteriore valorizzazione e tutela comunitaria ed internazionale di tutto il Prosecco. Dal 1° agosto infatti la DOC Prosecco e le due DOCG storiche saranno protette come DOP nel registro comunitario”.

Lo ha detto il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia, in merito al decreto ministeriale - in applicazione dalla prossima vendemmia - che riconosce la DOC “Prosecco” e le DOCG  “Conegliano Valdobbiadene - Prosecco” e “Colli Asolani-Prosecco” o “Asolo–Prosecco” per le due sottozone storiche.

“È una grande vittoria per la tutela e valorizzazione di questo Vino simbolo del made in Italy di qualità, un importante traguardo – prosegue il Ministro – raggiunto anche grazie alla collaborazione e al lavoro congiunto degli operatori della filiera, delle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia e del Comitato nazionale per la tutela e la valorizzazione delle DOe IGT”.

Per testimoniare l’unitarietà del “progetto”, e nel rispetto della volontà dei produttori richiedenti e delle due Regioni, si è provveduto a riconoscere con un unico decreto la  DOC e le DOCG e ad approvare i relativi disciplinari di produzione.

Data inoltre la complessità del progetto, e per consentire agli operatori e agli Enti ed Organismi territoriali di adeguarsi con una certa gradualità alle disposizioni dei tre disciplinari, pur mantenendo fermi i cardini del progetto stesso, con il decreto sono state previste alcune disposizioni transitorie.

Questi gli aspetti tecnico-normativi salienti di tali disposizioni:

  • Per la DOC “Prosecco”, le disposizioni del disciplinare saranno applicabili a decorrere  dall’inizio della prossima vendemmia (1° agosto 2009);
  • Per consentire alle numerose imprese imbottigliatrici delle DOCG “Conegliano Valdobbiadene-Prosecco” e “Colli Asolani-Prosecco” di adeguare,  con un necessario margine di tempo, i propri impianti, ai fini dell’applicazione sulle chiusure delle bottiglie della fascetta di Stato prevista per le DOCG, è stato previsto che - fermo restando il riconoscimento delle DOCG per le produzioni provenienti dalla vendemmia 2009 -  l’immissione al consumo avvenga in contemporanea a decorrere dal 1° aprile 2010, coadiuvata da idonee iniziative promozionali;
  • Poiché con il riconoscimento della DOC “Prosecco” non sarà più possibile utilizzare, in etichettatura e presentazione, il nome della varietà di vite “Prosecco” per altri vini – compresi i vini spumanti designati con nome di vitigno e i vini ad indicazione geografica tipica preesistenti  (“Alto Livenza”, “Colli Trevigiani”, “delle Venezie”, “Marca Trevigiana”, “Veneto”, “Venezia Giulia” e “Vigneti delle Dolomiti”) - con il decreto si consente lo smaltimento delle giacenze delle produzioni dei vini spumanti e dei vini IGT provenienti dalla campagna vendemmiale 2008/2009 e precedenti, designabili con il nome del vitigno “Prosecco”, fino ad esaurimento delle scorte;



Sono state poi previste precise misure per consentire lo smaltimento delle partite delle DOC storiche preesistenti sempre fino alla data del 1° aprile 2010, dopodiché le eventuali giacenze, avendo le stesse caratteristiche delle nuove DOCG, dovranno essere riclassificate con la DOCG.

Con separati decreti saranno poi apportate le opportune modifiche ai decreti delle citate IGT, per sostituire la tipologia facente riferimento al vitigno “Prosecco” con il sinonimo “Glera”, nonché per stralciare dal disciplinare dei vini DOC “Montello e Colli Asolani” ogni riferimento alla tipologia “Prosecco”, essendo transitata alla DOCG “Colli Asolani” o “Asolo”.
 

I DATI AGGIORNATI SUL PROSECCO

 
< Prec.   Pros. >
Cantine di Marca fornisce un supporto fondamentale sia per i produttori di Vino che vogliono proporsi in maniera efficace nel Web
che per i consumatori che desiderano scoprire le Cantine e i Vini Veneti.

Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e le reperibilità dei materiali e dell' amministratore.
Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7/03/2001.
Progetto Cantine di Marca

Tutti i marchi sono regolarmente registrati presso il Tribunale di Treviso.

I servizi di Cantine di Marca comprendono: Turismo, Promozione, Marketing Territoriale e Offerta Turistica per le Aziende Vitivinicole Venete.

HOME - NOTIZIE - CANTINE TREVISO - CANTINE VERONA - CANTINE VENEZIA - CONTATTI