CANTINE di MARCA

Home arrow Notizie arrow Mi son Veneto festeggia le eccellenze del territorio

Iscriviti

Newsletter di Cantine di Marca


Ricevi HTML?

 
 
Notizie RSS
feed image

Mi son Veneto festeggia le eccellenze del territorio

Stampa E-mail
Valorizzare la cultura veneta e le eccellenze del territorio nel giorno del patrono del Veneto, San Marco: questo l’obiettivo dell’evento "Mi son Veneto" (www.misonveneto.it).
Obiettivo che si sta realizzando con la rassegna “Peccati di Golosa” di febbraio e marzo e che si sta concludendo con la tre giorni di “Mi son Veneto”.

DIVERTENTISSIMA COMMEDIA IN VENETO AL CASTELBRANDO
Il programma dell’evento Mi son Veneto è iniziato sabato 16 sera con “Niente da dichiarare” brillante commedia rappresentata in lingua veneta dalla compagnia “La Contrada” al Teatro Magno di Castelbrando a Cison di Valmarino.
Attiva dal 1991, figlia di una tradizione teatrale di tutto rispetto, la compagnia "La Contrada" di Sernaglia della Battaglia opera per mantenere vivo l’interesse per il teatro in vernacolo, riadattando testi in lingua ed in dialetto veneto facendoli propri, per situazioni ed idioma, del Quartier del Piave. Nello splendido scenario di Castelbrando, presso il Teatro Magno, “La Contrada” ha proposto un suo cavallo di battaglia, “Niente da dichiarare”.
La serata ha avuto successo con un folto pubblico divertito e forse sorpreso per avere una compagnia teatrale così preparata e professionale a due passi da casa.
SPEO PROTAGONISTA ALLA FESTA VENETA
Mi son Veneto festeggia le eccellenze del territorio
L’evento “Mi son Veneto” ha avuto il suo apice con la Speolonga di domenica 17 aprile. 400 persone hanno partecipato al pranzo a base di spiedo, degna conclusione della rassegna “Peccati di Golosa” che ci ha accompagnato sui colli di Conegliano e Valdobbiadene da febbraio a marzo.
Preceduto da un moto giro sulle nostre colline, il pranzo si è trasformato in evento, grazie anche all’ottimo supporto da parte della Pro Loco la Vidorese: non solo l’occasione di degustare gli ottimi spiedi proposti dai 17 ristoratori partecipanti a “Peccati di Golosa” (con la consueta formula antipasto-spiedo), ma anche premiazioni, beneficenza e approfondimenti.
Durante il pranzo sono stati consegnati  2 cesti con prodotti “made in Treviso” a due fortunati partecipanti alla rassegna dello spiedo (Carlo da Belluno e Carlo da Pieve di Soligo).
Presenti a pranzo alcune autorità, da Albino Cordiali, sindaco di Vidor, al consigliere regionale Gianpietro Possamai
Per l’Associazione Italiana Persone Down sezione Marca Trevigiana è stato una giornata importante: il percorso durante la rassegna non ha solo dato soddisfazioni per quanto riguarda la solidarietà, ma ha aperto un importante canale di dialogo attraverso la vetrina dei ristoratori dell’Alta Marca “E’ stata un’esperienza bellissima – afferma Maria Grazia Santolin, presidente di AIPD – per un mese e mezzo abbiamo potuto conoscere le centinaia di persone che sono affluite alla rassegna, abbiamo spiegato la nostra attività e la volontà di costruire percorsi di autonomia per i nostri ragazzi con sindrome di down per dare dignità alla persona ed aiutare le famiglie. Grazie all’associazione Le Ciacole per aver organizzato tutto questo”. Il percorso di collaborazione coi ristoratori ha visto il culmine in un premio, il premio per l’accoglienza ai ragazzi down, che AIPD ha consegnato a un agriturismo: Garbonier di Refrontolo, per il coinvolgimento che ha saputo dare ai ragazzi, facendoli partecipi del servizio reso ai clienti durante l’intera serata.
Altra premiazione particolare: per l’intrattenimento offerto al pubblico delle serate dei “Peccati di Golosa”. Vincitori ex-aequo l’agriturismo Vedova di San Pietro di Barbozza e l’agriturismo Ca Leonilda di Cison di Valmarino. Si è voluto premiare quei locali che hanno saputo esprimere il carattere di accoglienza verso l’ospite, organizzando occasioni di intrattenimento; insomma nelle colline di Conegliano e Valdobbiadene si beve e mangia bene, ma ci si trova anche bene.
In fine la premiazione più attesa del miglior spiedista 2011, con il “Gran Premio Speo Veneto 2010”: l’atteso riconoscimento è stato consegnato da Marco Prosdocimo, dell’Associazione Le Ciacole, alla famiglia Zanin, presente quasi al completo, dell’agriturismo La Rondine di Santo Stefano di Valdobbiadene. Il presidente della giuria, Massimo Foltran, ci ha tenuto a sottolineare che la media era elevata e che i primi classificati si distanziavano veramente poco l’uno dall’altro. Molto soddisfatto anche Danilo Gasparini, presidente dell’Accademia dell’Alta Marca: “E’ stata un’ottima iniziativa; ci auguriamo che abbia un seguito anche per il prossimo anno, perché è anche nostra volontà promuovere e qualificare i ristoratori dello spiedo della collina trevigiana”. Danilo ha svelato la volontà di dare avvio a gemellaggi tra spiedisti italiani durante lo Spiedo Gigante di Pieve di Soligo ad ottobre.


 
< Prec.   Pros. >
Cantine di Marca fornisce un supporto fondamentale sia per i produttori di Vino che vogliono proporsi in maniera efficace nel Web
che per i consumatori che desiderano scoprire le Cantine e i Vini Veneti.

Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e le reperibilità dei materiali e dell' amministratore.
Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7/03/2001.
Progetto Cantine di Marca

Tutti i marchi sono regolarmente registrati presso il Tribunale di Treviso.

I servizi di Cantine di Marca comprendono: Turismo, Promozione, Marketing Territoriale e Offerta Turistica per le Aziende Vitivinicole Venete.

HOME - NOTIZIE - CANTINE TREVISO - CANTINE VERONA - CANTINE VENEZIA - CONTATTI