CANTINE di MARCA

Home arrow Notizie arrow Doc Prosecco: una opportunità per l’enologia italiana

Iscriviti

Newsletter di Cantine di Marca


Ricevi HTML?

 
 
Notizie RSS
feed image

Doc Prosecco: una opportunità per l’enologia italiana

Stampa E-mail
“Avete fatto diventare il Prosecco una “macchina da guerra” della qualità e dell’agroalimentare veneto. La Regione sosterrà il vostro impegno con ciò che serve per migliorare ancor di più il prodotto, il suo legame con il territorio e la promozione, con l’auspicio che la domanda verso il Prosecco continui a essere alta a livello mondiale ancora per molti anni”.
 
Doc Prosecco: una opportunità per l’enologia italiana
Lo ha detto l’assessore all’agricoltura del Veneto Franco Manzato, intervenendo oggi a Ca’ Tron di Roncade, in provincia di Treviso, a conclusione dell’affollato convegno sul tema “Doc Prosecco: una opportunità per l’enologia italiana”, promosso in occasione della manifestazione Enovitis. Ai lavori, introdotti dal presidente del consorzio di tutela DOC Prosecco Fulvio Brunetta, hanno partecipato tra gli altri Gianni Zonin, Jus Denis, Valerio Cescon, Giorgio Cecchetto e i prof. Vasco Boatto ed Enrico Peterlunger.
Proprio Boatto ha tracciato il quadro della produzione a medio termine del Prosecco, del quale sono previsti 589 mila ettolitri a DOCG e un milione 903 mila ettolitri a DOC, cui si aggiungono 380 mila ettolitri di Glera IGT. Questo fa della Denominazione la più grande d’Italia e la più significativa piramide della spumantistica mondiale moderna, capace di contendere i mercati continentali alle bollicine transalpine. “In questo scenario – ha aggiunto l’assessore – il Prosecco è identità, qualità, innovazione, tradizione, cultura, capace di spingere lo sviluppo del territorio e della sua immagine, con ricadute economiche non solo nel settore produttivo direttamente interessato”.
Manzato ha infine ribadito che entro l’anno la struttura dell’agricoltura veneta verrà profondamente riformata, alla luce della conferenza generale del sistema che nei prossimi mesi dovrà definire gli indirizzi a medio e lungo termine del settore, anche in vista della nuova politica comunitaria e della diminuzione dei suoi sostegni economici. Questo significherà ridisegnare l’operatività e il modo di rapportarsi al sistema delle imprese dell’apparato regionale, centrale e periferico, e delle strutture strumentali. “Guiderò personalmente – ha annunciato – il gruppo per la sburocratizzazione, mentre è nostra intenzione mettere a punto nuovi strumenti finanziari che possano intervenire efficacemente quando quelli tradizionali verranno meno”.
 
 
< Prec.   Pros. >
Cantine di Marca fornisce un supporto fondamentale sia per i produttori di Vino che vogliono proporsi in maniera efficace nel Web
che per i consumatori che desiderano scoprire le Cantine e i Vini Veneti.

Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e le reperibilità dei materiali e dell' amministratore.
Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7/03/2001.
Progetto Cantine di Marca

Tutti i marchi sono regolarmente registrati presso il Tribunale di Treviso.

I servizi di Cantine di Marca comprendono: Turismo, Promozione, Marketing Territoriale e Offerta Turistica per le Aziende Vitivinicole Venete.

HOME - NOTIZIE - CANTINE TREVISO - CANTINE VERONA - CANTINE VENEZIA - CONTATTI