CANTINE di MARCA

Home arrow Notizie arrow Aggiornamento norme nazionali sui vini a denominazione

Iscriviti

Newsletter di Cantine di Marca


Ricevi HTML?

 
 
Notizie RSS
feed image

Aggiornamento norme nazionali sui vini a denominazione

Stampa E-mail
Il sistema enologico italiano si appresta ad affrontare il suo futuro con un quadro di regole rinnovato e più aderente alla realtà vitivinicola della penisola.
calicivino.JPG

La Conferenza Stato - Regioni ha infatti dato via libera alla riforma della Legge che per 17 anni ha disciplinato l'attribuzione delle denominazioni dei vini, la 164 del 1992.
La parola ora passa al Ministro delle politiche agricole Luca Zaia e al Consiglio dei Ministri per l'approvazione definitiva del testo. "Si tratta di una riforma fondamentale - ha sottolineato il vicepresidente della Giunta regionale del Veneto Franco Manzato - frutto di un lungo lavoro comune tra Regioni, filiera e Ministero. Come Veneto abbiamo collaborato in maniera attiva e propositiva per dare nuova forma a questa indispensabile cornice normativa per la tutela e la valorizzazione dei nostri vini, che nella sua formulazione del 1992 era stata messa fuori gioco dai tempi e dalla nuova Organizzazione Comune del Mercato del Vino".
"Il Veneto in particolare - ha aggiunto Manzato - ha contribuito a elaborare il processo di riforma alla luce della sua esperienza e della posizione della sua filiera nel mercato nazionale e internazionale, che vede gli operatori regionali esportare all'estero una quantità di Vino e mosto pari ad oltre il 60 per cento della produzione veneta, corrispondente al 28 per cento dell'intero export nazionale in quantità e valore. Tra gli aspetti innovativi che abbiamo contribuito ad introdurre vi sono quelli relativi ai processi di scelte vendemmiali e alla riclassificazioni delle uve, ma soprattutto - ha sottolineato il vicepresidente - sulla base della nostra esperienza abbiamo supportato il trasferimento nella normativa nazionale di quei processi di semplificazione che nel sistema amministrativo veneto sono una realtà ormai molto avanzata".
La riforma fa leva sulla storicità della produzione italiana di vini a Denominazione e punta a rafforzarne la tutela riconoscendo il valore della qualità e del territorio come patrimonio sul quale si fonda la nostra enologia. Per il Veneto - ha concluso Manzato - questo significa una piramide qualitativa costituita da 25 DOC e da 6 DOCG, che presto si arricchirà di altre due Denominazioni di Origine Controllata e Garantita: l'Amarone e il Recioto della Valpolicella".
 
 
< Prec.   Pros. >
Cantine di Marca fornisce un supporto fondamentale sia per i produttori di Vino che vogliono proporsi in maniera efficace nel Web
che per i consumatori che desiderano scoprire le Cantine e i Vini Veneti.

Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e le reperibilità dei materiali e dell' amministratore.
Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7/03/2001.
Progetto Cantine di Marca

Tutti i marchi sono regolarmente registrati presso il Tribunale di Treviso.

I servizi di Cantine di Marca comprendono: Turismo, Promozione, Marketing Territoriale e Offerta Turistica per le Aziende Vitivinicole Venete.

HOME - NOTIZIE - CANTINE TREVISO - CANTINE VERONA - CANTINE VENEZIA - CONTATTI