CANTINE di MARCA

Home arrow Prodotti tipici arrow Radicchio Rosso di Treviso

Radicchio Rosso di Treviso

Stampa E-mail
radicchio-rosso
Cenni storici: di origine incerta, il radicchio appare in Italia nel XVI secolo in provincia di Treviso, ma se ne hanno notizie sicure solo a partire dalla seconda metà dell’800. La sua consacrazione si ebbe per opera dell’agronomo Giuseppe Benzi, il quale diede vita alla 1a mostra del radicchio il 20 dicembre 1900, nella centrale Loggia di piazza dei Signori a Treviso.

 

Area di produzione: il territorio delle province di Treviso, Padova e Venezia.

Cenni storici: di origine incerta, il radicchio appare in Italia nel XVI secolo in provincia di Treviso, ma se ne hanno notizie sicure solo a partire dalla seconda metà dell’800. La sua consacrazione si ebbe per opera dell’agronomo Giuseppe Benzi, il quale diede vita alla 1a mostra del radicchio il 20 dicembre 1900, nella centrale Loggia di piazza dei Signori a Treviso.

Descrizione: esistono due varietà di radicchio:
- Radicchio Rosso di Treviso (Precoce)
- Radicchio Rosso di Treviso (Tardivo)

 

Il radicchio rosso precoce presenta un cespo voluminoso, allungato, ben chiuso, corredato da modesta porzione di radice, foglie caratterizzate da una nervatura principale bianca molto accentuata che si dirama in numerose penninervie nel rosso intenso dello sviluppato lembo fogliare. Ha sapore leggermente amarognolo ed una consistenza mediamente croccante. I cespi hanno un peso min. di 150 g., lunghezza (senza radice) di 18-25 cm.

Il radicchio rosso tardivo presenta germogli regolari, uniformi e compatti, foglie serrate e avvolgenti, cespo corredato di una porzione di radice fittonante perfettamente toilettata e di lunghezza proporzionale alla dimensione del cespo, comunque non superiore a 6 cm. Ha un lembo fogliare rosso vinoso intenso con nervature secondarie appena accennate; la nervatura principale è completamente bianca. È croccante nella consistenza ed il sapore è gradevolmente amarognolo; i cespi hanno un peso min. di 100 g., diametro min. al colletto 3 cm., lunghezza (senza fittone) 15-25 cm.

Metodo di produzione: il radicchio rosso precoce, analogamente a quello tardivo, deve essere seminato entro il mese di luglio, mentre il trapianto deve avvenire entro il mese di agosto. La raccolta si effettua dal 1° settembre.
Il processo di lavorazione post-raccolta di questa varietà di radicchio si articola anch’esso in una serie di fasi successive. Nella prima, i cespi sono liberati dalla eventuale legatura e le foglie esterne prive dei requisiti minimi vengono asportate. Successivamente si effettua la toilettatura del colletto e del fittone. In una seconda fase il radicchio viene posto in grandi recipienti colmi di acqua corrente, lavato e le foglie prive dei requisiti  di qualità rimaste sono eliminate. A questo punto il radicchio è pronto per essere confezionato in contenitori sigillati di legno, plastica o cartone 30x50 cm. per un peso di 5 kg. o di altro materiale per un peso massimo di 2 kg.

Sito internet: http://www.radicchioditreviso.it/

 
< Prec.   Pros. >
Cantine di Marca fornisce un supporto fondamentale sia per i produttori di Vino che vogliono proporsi in maniera efficace nel Web
che per i consumatori che desiderano scoprire le Cantine e i Vini Veneti.

Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e le reperibilità dei materiali e dell' amministratore.
Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7/03/2001.
Progetto Cantine di Marca

Tutti i marchi sono regolarmente registrati presso il Tribunale di Treviso.

I servizi di Cantine di Marca comprendono: Turismo, Promozione, Marketing Territoriale e Offerta Turistica per le Aziende Vitivinicole Venete.

HOME - NOTIZIE - CANTINE TREVISO - CANTINE VERONA - CANTINE VENEZIA - CONTATTI