CANTINE di MARCA

Home arrow Notizie arrow Futuro del Prosecco secondo Zaia

Iscriviti

Newsletter di Cantine di Marca


Ricevi HTML?

 
 
Notizie RSS
feed image
http://www.wikio.it

Futuro del Prosecco secondo Zaia

Stampa E-mail
IL FUTURO DEL PROSECCO SECONDO ZAIA E IL CONSORZIO

(www.enopress.it). Il Ministro Zaia ha toccato il tema in occasione di Vino in villa nella splendida cornice del Castello di Susegana - Le prospettive delle prossime strategie sono riferite in un'articolo de Il Corriere Vinicolo firmato L.C.-M.C.

"Già nel mio ruolo di assessore all'Agricoltura della Regione Veneto - ha detto Zaia - mi ero impegnato a portare avanti la riserva del nome Prosecco ai soli vini Doc. Ora che sono ministro i tempi per raggiungere questo risultato saranno ancor più veloci". Ed ha anche chiarito che "non va scartata l'ipotesi di fare una Doc che si estenda fino al paese di Prosecco, in Friuli Venezia Giulia. In questo modo potremo dimostrare che Prosecco è un toponimo e proibire la produzione in ogni area al di fuori di quelle tradizionali, prima fa tutte la provincia di Treviso che, ricordiamo, rappresenta più del 95% della produzione. Il percorso, insomma, che hanno già fatto grandi vini come Barolo, Barbaresco, Soave".

Luca-Zaia


La grande Doc del Consorzio
Sul tema, informa il settimanale Uiv, il presidente del Consorzio del Prosecco Conegliano Valdobbiadene, Franco Adami, e il direttore Giancarlo Vettorello hanno rilasciato il seguente commento: "L'intera filiera trevigiana, quindi l'intero mondo produttivo, di fronte al successo del Prosecco e al rischio che nel mondo si incominci a produrre vini di scarsa qualità utilizzando il nome Prosecco, si è detta d'accordo nel proporre un progetto. Oggi esiste la Doc Conegliano Valdobbiadene e un Igt Veneto per il Prosecco. Il progetto presentato propone l'eliminazione dell'Igt Veneto che sarà sostituita dalla Doc attuale con una regolamentazione più restrittiva. Vogliamo vincolare il territorio dove si produce Prosecco a livello internazionale, in modo da impedire imitazioni e, visto che I'Igt non lo permette, abbiamo chiesto che entrino a far parte della Doc tutte le zone dove oggi si produce Prosecco: Treviso, Belluno, Padova, Vicenza in Veneto e Pordenone, Udine e Trieste in Friuli. Questo l'inizio per creare una riserva per il nome Prosecco".

E la barbatella non si deve più chiamare prosecco

"Adami e Vettorello, scrive Il Corriere Vinicolo, sono d'accordo con qualsiasi soluzione che dia forza alla riserva del nome e sottolineano che "per un'adeguata protezione, la barbatella deve cambiare nome, non si deve chiamare più Prosecco, questo per impedire che altri nel mondo piantino Prosecco e usino il nome del vitigno per denominare il Vino. Se quindi, come ha detto Zaia, si dimostra un legame storico tra il paese di Prosecco e l'omonimo Vino ben venga. Il Consorzio si riserva solo di chiedere per la zona storica Conegliano Vadobbiadene di utilizzare in esclusiva il termine 'Superiore"

 
< Prec.   Pros. >
Cantine di Marca fornisce un supporto fondamentale sia per i produttori di Vino che vogliono proporsi in maniera efficace nel Web
che per i consumatori che desiderano scoprire le Cantine e i Vini Veneti.

Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e le reperibilità dei materiali e dell' amministratore.
Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7/03/2001.
Progetto Cantine di Marca

Tutti i marchi sono regolarmente registrati presso il Tribunale di Treviso.

I servizi di Cantine di Marca comprendono: Turismo, Promozione, Marketing Territoriale e Offerta Turistica per le Aziende Vitivinicole Venete.

HOME - NOTIZIE - CANTINE TREVISO - CANTINE VERONA - CANTINE VENEZIA - CONTATTI