Zaia su polemiche Prosecco

“Mi spiace dover constatare che i sacrifici fatti in questi mesi per portare una doc nei territori friulani e la possibilità di avviare il percorso per la riserva del nome per il Vino prosecco per le provincie di Udine Pordenone, Trieste e Gorizia  si trasformi oggi in una battaglia fratricida tra Veneto e Friuli.”
zaiaprosecco.jpg

Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia interviene sulle polemiche sollevate dalla regione Friuli sul luogo in cui sorgerà il Consorzio Prosecco.
“Peggio ancora mi amareggia vedere – prosegue Zaia - che il tema Prosecco con tutte le sue sfaccettature diventi elemento di scontro politico. I produttori friulani e veneti che oggi, a differenza  di ieri, hanno la possibilità di produrre in esclusiva questo Vino hanno bisogno di concentrarsi sulle prospettive di mercato che avranno, sulle azioni promozionali che finanzieremo. Pensare che con un ricorso si possano risolvere i problemi della viticoltura e dell’enologia mi pare inutile e dannoso.”

“Resto comunque convinto che ognuno sia artefice del suo futuro tanto più tutti quei produttori che nel bene o nel male saranno coinvolti in questa nuova avventura. Ho voluto con forza che le province friulane potessero fregiarsi della nuova doc del Prosecco continuo a pensare che questa sia una grande opportunità. Quello che potevamo fare è stato fatto: ora gli imprenditori decidano in autonomia.”