Rapporto Turismo 2009

Il turismo in Italia contrasta la crisi con una tenuta maggiore di altri settori economici. Lo ha affermato il ministro del Turismo, Michela Brambilla, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta il 28 settembre a Palazzo Chigi per presentare il Rapporto 2009.
rapporto 2009 turismo in veneto

Il settore ha mantenuto risultati di tenuta nei primi tre mesi dell'anno grazie alla montagna, in agosto grazie alla politica promozionale degli hotel, nelle prenotazioni per l'autunno grazie alla ripresa del turismo business e commerciale nel nord del Paese.
Le imprese hanno dunque dimostrato di saper affrontare l'emergenza e i risultati danno l'Italia in una posizione più favorevole rispetto al resto d'Europa.
Fra le tendenze registrate: gli hotel hanno applicato una politica di ribasso nei prezzi (-7,2%) per contrastare il calo registrato nei primi sei mesi; il turismo italiano diminuisce le partenze all'estero, sceglie l'Italia nei primi sei mesi dell'anno, in estate sceglie i mesi fuori stagione di luglio (+37%) e settembre (+14,2) pareggiando il conto con l'estate 2008.
L'attrattiva del nostro Paese rimane costante, anche tra le previsioni di vendita del Turismo organizzato mondiale, contenendo il calo dei flussi internazionali in Italia a -2,8%, quando l'OMT prevede un calo dei flussi internazionali tra -4% e -6%.
Gli effetti della crisi economica hanno influenzato maggiormente la durata della vacanza e la spesa, spingendo i turisti italiani e stranieri a ridurre il bilancio per la vacanza e ad utilizzare maggiormente gli alloggi privati.