Al via la Mostra dell'Asparago Bianco di Cimadolmo 2011

Apre domani la grande Mostra dell’Asparago bianco di Cimadolmo IGP. Erano presenti il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, l'assessore provinciale all'Agricoltura, Marco Prosdocimo, il presidente della Strada dell'Asparago Bianco di Cimadolmo IGP, Graziano dall'Acqua, il presidente APO, Lino Rossi, l'assessore all'Agricoltura della Regione Veneto, Franco Manzato.
Al via la Mostra dell'Asparago Bianco di Cimadolmo 2011

“Unire l'offerta turistica ai prodotti tipici è una delle prerogative della nostra Provincia – ha detto Muraro – associa sempre i percorsi eno-gastronomici con alimentazione di alta qualità. Quello degli asparagi è stato un lavoro di anni, del quale raccogliamo i frutti soltanto oggi. Ringrazio tutti quanti rendono possibile una manifestazione come quella di Cimadolmo”.
“Si fa squadra a vantaggio del territorio – ha detto Prosdocimo – Quest'anno la produzione è stata buona, gli asparagi sono prodotti di elevata qualità. Nel territorio si creano diverse sinergie: come quella tra Cimadolmo e Combai, oppure quella tra i due asparagi IGP, quello di Cimadolmo e quello di Badoere”.
“La manifestazione coinvolge sia la Pro Loco che i ristoratori: tramite l'asparago vogliamo promuovere tutto il territorio e i vari prodotti degli 11 Comuni coinvolti” ha detto Dall'Acqua.
“Abbiamo fatto grandi sforzi per proteggere i nostri prodotto e dev'essere un orgoglio per i cittadini avere la possibilità di assaggiarli – ha detto Rossi – Il nuovo packaging con il logo degli 11 Comuni è garanzia della tipicità del prodotto”.
“Ci sono 1.600 ettari in lavorazione, 8.500 tonnellate di produzione e continua ad essere alta la sensibilità rispetto a questo prodotto – ha detto Manzato – l'enogastronomia è il terzo motivo per cui si sceglie il Veneto, queste manifestazioni sono la strada giusta da percorrere. I prodotti tipici rimangono il core-business e le Pro Loco sono la forza motrice del sistema veneto”.