Chiude la mostra dei vini di collina di San Pietro di Feletto

Chiude i battenti domenica prossima, 13 giugno, la mostra dei vini di collina di San Pietro di Feletto e lo fa dopo 15 giorni di grandi numeri. Le serate infatti hanno registrato quasi sempre il tutto esaurito. E non poteva essere diversamente vista la qualità della cucina e del servizio. Piatti d'alta cucina, preparati da chef di ristoranti locali, serviti su tovaglie bianche, calici riempiti di vini d.o.c.g., professionalità del personale rigorosamente in divisa: un vero piacere. Volontariato, aziende del luogo e ristoratori creano un mix eccellente per il marketing territoriale, come ha dichiarato il sindaco Loris Dalto.

 

Chiude la mostra dei vini di collina di San Pietro di Feletto

 

Passi da gigante, da quando, negli anni settanta si pensò di portare in mostra il Vino. Sono in molti a San Pietro di Feletto a ricordare gli anni in cui i produttori arrivavano in piazza con la damigiana. Gli organizzatori, qualche settimana prima dell'evento, andavano in Toscana ad acquistare i fiaschetti che distribuivano nelle famiglie perché gli avventori della mostra avevano l'obbligo di portarsi da casa il fiaschetto da riempire. Niente 'ombre', niente bottiglie, soltanto il fiaschetto rivestito di paglia pieno fino all'orlo, magari da condividere con gli amici. Il Vino restava in piazza una giornata intera protetto soltanto dal vetro della damigiana: una prova difficile da superare, tanto che a sera il 'nettare' rimasto, spesso, emanava un profumino d'aceto. Tempi passati e tanta strada percorsa. Ora il Vino servito è della massima qualità che vince premi  ad ogni manifestazione, conservato in luoghi idonei ed accompagnato da piatti eccellenti. Domenica si conclude la manifestazione e lo fa con il botto servendo a pranzo lo spiedo Dop dell'Altamarca. E l'anno prossimo si festeggiano i quarant'anni.

fonte:trevisopress.it